Come perdere peso quando hai 20, 30, 40 anni?

No Comments

Come perdere peso quando hai 20, 30, 40 anni?Pensi che dimagrire sia facile, mangiare di meno e muoverti di piu’? Al fine di perdere peso in modo efficace e sano, vale la pena di adeguare la dieta all’età – convince L’esperto, dietista Paulina Jamrozik.

20-25 anni – nessun esperimento!

Anche se i bambini di 20 anni sono generalmente sani come gli stracci, non significa che possono andare avanti nel campo della dietetica. Al contrario!

– A questa età, i processi anabolici o strutturali prevalgono nel corpo. Quindi la fame e il miracolo della dieta non sono assolutamente consigliabili. Se non ci forniamo noi stessi con la giusta quantità di materiali da costruzione di base, cioè proteine, grassi e carboidrati, così come vitamine e minerali, avrà effetto sulla nostra salute. Non ora, ma certamente in futuro – spiega Paulina Jamrozik, dietista clinica presso la clinica dietetica MEDIS che si occupa di progetti scientifici presso il Dipartimento di Medicina Interna Dell’Università Jagielloniana. – E ‘ come se stessimo costruendo una casa, senza curarci della qualità delle fondazioni-cominceranno a sgretolarsi troppo presto

Restrizione calorica leggera più aumento del livello di attività fisica – questa è la ricetta per dimagrire. Il modo piu ‘semplice per farlo e’ mettere via dei dolci. Ma solo artificiali. Zucchero naturale, incluso, tra gli altri nella frutta, ne avete bisogno.

Se studiamo e sforziamo le nostre menti sui libri, dobbiamo dargli da mangiare. E il nostro cervello ha bisogno di circa 150 grammi di zucchero al giorno – dice il nostro esperto. – Quando impariamo intensamente e non ci nutriamo in modo sano, raggiungiamo cioccolatini e bevande dolci, perché il corpo denutrito richiede zucchero. Se vogliamo perdere peso, mangiare frutta semplice contenente zuccheri, preferibilmente fresco e basso o medio indice glicemico, tra cui ribes, ciliegie, fragole, lamponi, agrumi, pere, mele, pesche noci, melograne e pesche.

Attenzione: questo può disturbare il metabolismo della fame.

– Gli effetti della disregolazione del metabolismo non appaiono durante la notte o da un mese all’altro. Ho un sacco di pazienti che nella loro infanzia erano dimagrire il digiuno, e i loro effetti cominciano a sentire dopo alcuni anni sotto forma di un’economia ormonale traballante e problemi con la gravidanza, problemi alla tiroide o bassa immunità – Paulina Jamrozik enumera.

25-35 anni-dieta di un lavoratore

1500 calorie per una donna che ha un lavoro seduto (per un uomo non meno di 1800 kcal), di cui mezzo chilo di verdura e due frutta al giorno + tre volte a settimana, un giorno di moderata attività fisica – si perde così bene Peso nell’area di 30. Altrimenti il corpo ti rimproverera ‘ velocemente per la tua mancanza di preoccupazione.25-35 anni-dieta di un lavoratore

– Da allora, i processi catabolici predominano nel corpo e inizia l’atrofia tissutale. Pertanto, dovremmo prenderci cura di noi stessi meglio, mentre molte persone, soprattutto le donne, hanno i primi gravi problemi di salute in questa epoca – dice il dietista. – Spesso facendo la carriera di una mamma, che lavora molto e si prende cura dei bambini. Non hanno tempo, mangiano sciatti e più lenti e perdono peso con diete drastiche che peggiorano la loro salute.

Di conseguenza, l’organismo malnutrito e confuso immagazzina grasso, problemi con la ghiandola tiroidea o l’intestino. Sentiamo anche gli effetti di ciò che abbiamo mangiato nel decennio precedente.

– Le signore vengono da me, frustrate dalle tante diete che vengono gettate dalla proverbiale foglia di lattuga. Dopo la ricerca, si scopre che l’alimentazione irregolare, l’eccesso di dolcezza e l’ammissione ad un alto grado di sensazione di fame alternata con eccesso di cibo li hanno portati alla resistenza all’insulina. Per perdere peso, devono seguire una dieta che elimini zuccheri semplici e limiti carboidrati complessi-spiega Paulina Jamrozik.

Ma se, per esempio, si ha un ipotiroidismo sempre più diagnosticato, una dieta a basso contenuto di zucchero rallenterà il lavoro di questa ghiandola. Pertanto, il dimagrimento dovrebbe dipendere dalla vostra salute. – Vale la pena di prestare attenzione alle tendenze genetiche in famiglia. Se sua madre e sua nonna hanno il diabete di tipo 2, faccia una curva di zucchero o insulina e controlli lo zucchero di tanto in tanto. Allo stesso modo, si dovrebbe controllare la pressione se c’è storia di ipertensione nella famiglia – il nostro esperto consiglia. – È meglio stabilire una dieta con un medico o dietista sulla base dei risultati dei controlli. Dopo tre mesi, dovete rinnovarli per vedere come rispondiamo alle restrizioni alimentari.

Attenzione a: scomparso e … non dorme.

Il primo è quello di eliminare il credito energetico nel proprio corpo e garantire il rilascio del metabolismo. E quando si dorme troppo poco, l’ormone (leptin) sopprime l’appetito, ma il livello di fame di ghrelin aumenta. Dormi abbastanza e i tuoi ormoni smetteranno di impazzire.

35-45 anni-adieu, cattive abitudini

Una macchina invece di un autobus, una sera in un ristorante invece di un ballo – a quest’età siamo più spesso alla ricerca di comfort. Che cosa non serve il corpo, perché supplichiamo più spesso e meno muoversi.

– Ora i problemi generano abitudini quotidiane. E ‘ sufficiente mangiare 100 calorie in più ogni giorno al di sopra del nostro fabbisogno energetico, e otterremo 5-6 chili all’anno – dice Paulina Jamrozik. – Ripeto ai pazienti che mangiare una cena malsana e abbondante una volta ogni due settimane è meno peccato che mangiare un tè con due cucchiaini di zucchero al giorno.

Quindi cioccolato per consolazione dopo una giornata dura, pizza per un pranzo veloce, una bevanda serale o caffè con gelato – Sì, ma una volta ogni tanto, e non più volte a settimana.

– Assicurarsi che la dieta sia compatibile con l’attività fisica. Più ci muoviamo, più possiamo mangiare impunemente. O meno dobbiamo escludere dalla dieta per perdere peso-aggiunge il nostro esperto.

Se si vuole perdere peso, eliminare i dolci, la carne rossa e le salsicce raggiungono occasionalmente, mettere su pesce e carne bianca, magra. Mettere via la padella, togliere il vapore o cuocere i piatti nel forno. E comprare un pass per la piscina, la bicicletta o le scarpe per passeggiate – muoversi tre volte a settimana, un minimo di 45 minuti, preferibilmente un’ora o due.

Attenzione alle diete” veloci”.Attenzione alle diete" veloci".

Due settimane di restrizioni e hai una figura da sogno? Forse sì, ma dopo un mese di ritorno al cibo “normale”, l’effetto yo-yo ti farà ingrassare. A questa età, il metabolismo non perdona più gli esperimenti drastici, quindi concentrarsi sul cambiamento delle abitudini e il tasso sano di perdita di peso (0,5-1 kg a settimana).

45-55 anni – sotto la supervisione di uno specialista

Le battute sono finite – ora Si può davvero farsi male se si dispone di una dieta dimagrante scelta male.

Categories: Uncategorized

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *